Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

The walking settler


Stanotte ho sognato gli zombie, proprio quelli che ti mangiano anche se camminano lenti e ci vedono poco. Inizialmente scappavo da loro, qualche volta gli piantavo una pallottola in testa, in casi fotunati giocavo a tormentarli prima di stenderli definitivamente.
Saltuariamente mi divertivo a sfasciare centri commerciali abbandonati.
A un certo punto del sogno capivo come addomesticarli, se riuscivo a catturarne uno prima gli rompevo la mandibola e poi gli tagliavo le braccia così da renderlo innocuo, quindi con il classico gioco del bastone e della carota riuscivo a fargli fare i compiti più ingrati, mano a mano i miei zombie avevano imparato a tirare l'aratro e il carretto, se partivo li caricavo a dovere e camminavano come ciucci per giorni.
Questo fatto mi aveva dato una certa popolarità ed attorno a me s'era creata una piccola comunità con cui avevamo iniziato a usare gli zombie anche per diletto: facevano i bersagli dei piombini quando organizzavamo una festa di paese.
I non-morti lavoravano indefessi, con qualunque tempo, che ci fosse un caldo torrido o neve a pacchi, con quaranta e con meno venti gradi centigradi. Costruivano strade, coltivavano campi, portavano la dinamite nelle miniere e poi tiravano i carrelli pieni di carbone o ferro o rame.
E la mia comunità cresceva e tutti avevano un non morto a mo' di valletto...

Poi mi sono svegliato, cazzo mai guardare "The Walking Dead" e giocare a "Civilization" nella stessa serata!

Tag(s) : #zombie, #shortstories, #walking dead, #civilization, #settlers

Condividi post

Repost 0