Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Abuso di parola non è un nuovo reato ma un'‪#‎app‬ rivoluzionaria che ascolta quello che dite e vi segnala se state abusando di un termine.

Se, ad esempio, infarcite il vostro discorso di inutili 'piuttostoché' l'app vi segnalerà una notifica su Facebook o Twitter ipso tenore:
"Lei sta usando in modo scorretto e pleonastico il termine 'piuttostoché', le ricordiamo che è un uso medio basso della lingua che si è diffuso solo negli ultimi anni e che non è il caso di abusarne in contesti come: colloqui di lavoro, primo appuntamento, riunioni aziendali o esami universitari"

Tuttavia è possibile scaricare frasari con linguaggi più colloquiali e dialettali, così per rendere più divertenti le notifiche e ridere con i vostri amici dei vostri errori sui social network.

Ad esempio è già disponibile un frasario in milanese:
"Uè bauscia! Finiscila con quel 'piuttostoché' o va a ciapà i rat"

E quello in napoletano:
"Oh strunzill e l'è fernut cu stu 'piuttostoché', e parl bbuon"

Ma Abuso di parola 1.0 va oltre e riesce a penetrare la semantica del vostro discorso.

Ad esempio, posto che in italiano corrente per 'start-up' si debba intendere un'azienda non solo di nuova fondazione ma nuova anche di concezione, con un modello manageriale molto agile e a forte impatto tecnologico, se in un discorso dite:
"I miei amici hanno aperto una start-up, è una cantina sociale, vendono il vino a chi si ferma a comprarlo e hanno fatto un sito internet"
oppure
"Ho un parente che ha una start-up, si è messo a vendere le pummarole che coltiva lui"

Abuso di parola 1.0 vi segnalerà una notifica ipso tenore:
"Il termine start-up è leggermente diverso, sta descrivendo un'attività di tutto rispetto ma che farebbe meglio a chiamare in modo classico: 'piccola impresa', può eventualmente aggiungerci 'a conduzione familiare' se è il caso".

Per la parte semantica fin ora è disponibile il download del solo il frasario napoletano:

"Ohhh e te l'aggia dicere in aramaico ca nunn'è chesta a start-up?"

Idee per start-up: Abuso di parola 1.0
Tag(s) : #start-up, #app, #wordabuse

Condividi post

Repost 0