Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Dopo innumerevoli richieste Quentin Tarantino ha accettato un'intervista.

 

AC: Ciao Quentin!

QT: Hi Italia! Pizza, spaghetti, mandolino, bela niocca (in italiano)

 

AC: Grazie Quentin, ma veniamo subito al dunque, puoi dirci cos'hai in cantiere?

QT: Yes. (traduco) Sai ultimamente ho sondato molto il genere politico, Oliver Stone, Francesco Rosi, vorrei narrare una storia che avviene durante un'elezione, però penso a una serie TV più che a un film.

 

AC: Un ritorno a temi realisti ma non più storie minimali?

QT: Wait, la storia si svolge fra due turni elettorali, la prima parte è più centrata sugli stereotipi del sogno americano, partecipazione, correttezza, e tutte quelle fole lì... poi però nella seconda parte ci sono parecchi colpi di scena.

 

AC: Ahhh, però ti citi da solo riproponendo una struttura simile a "Dal Tramonto All'Alba".

QT: Bravo! E infatti anche qui c'è un evento scatenante, ma non è una minimale rissa da bar, questa volta la dimensione è più ampia. L'evento avviene tra il primo ed il secondo turno elettorale. Ma immagino un cataclisma, ad esempio una tromba d'aria, qualcosa che faccia sentire la presenza terrificante di un'entità superiore.

 

AC: Come per la pioggia di rane di Magnolia?

QT: Si è proprio questo il mio riferimento. Ora, la tensione già cresce prima del cataclisma ma è dopo che tutto inizia a crollare. A quel punto i due candidati rimasti e i relativi think tank iniziano una guerra mediatica, partono una serie di accuse sui modi di condurre la campagna elettorale, tutti sventolano statistiche, illustri filosofi e giuristi iniziano a dibattere su temi come il concetto di "volontà" o su cosa sia una "causa indipendente dalla volontà". Sto vedendo tutta la filmografia tratta dai romanzi Grisham perchè vorrei anche delle battaglie in tribunale. Metterci testimonianze toccanti tipo quella di una donna caduta in depressione perchè le è morto il gatto. C'entra anche internet, oggi non puoi fare un film senza metterci internet, ho letto Tom Clancy, i due gruppi rimasti si danno mazzate a colpi di twitter e facebook, pensavo di fare qualcosa tipo Tron.

 

AC: Altre particolarità?

QT: Beh per tutto il film immagino un fattore di disturbo, un altro candidato, magari un vecchio leader che catalizza l'attenzione sparando cazzate, immagina uno che dice un giorno "mi candido" e il giorno dopo "ritratto", e il giorno dopo ancora propone suo zio come leader, e il giorno dopo ancora candida la sua concubina.

 

AC: Ma nella stessa coalizione?

QT: No in un'altra, ma mi serve per introdurre un discorso sulla stampa, e su come essa in qualche modo possa creare una notizia.

 

AC: E come pensi di riuscirci?

QT: Caratterizzandolo in maniera toralmente grottesca, magari usando un Teletubbie.

 

AC: Ma a che serve?

QT: A niente amico, è un McGuffin, serve solo a disturbare l'attenzione dello spettatore catalizzandola su qualcosa che non è, come la valigetta in "Pulp fiction".

 

AC: Ho capito. Altre anticipazioni sulla trama?

QT: Beh sai, dalle battaglie legali in poi è... (gli squilla il telefono) ... Scusa rispondo, è Frank Miller.

--Frank, figlio di *******, si, si, te li trovo i contatti per fare il mookumentary con i poliziotti che manganellano quelli di Occupy, tranquillo per le scene pulp chiamiamo Tom Savini. No Frank, ti ho detto che in California non ce lo fanno fare, sono tutti democratici lì, devo trovare una produzione in uno stato conservatore. Si, Texas, se conosci qualcuno in Texas va bene. ... Come? C'è Rodriguez lì con te? Cosa ... dimmi ... (alcuni minuti di silenzio) ... beh è un'idea, dobbiamo vedere per i diritti su "Terminator", poi dobbiamo sviluppare il finale... ciao .. Fottiti anche tu...

 

AC: Ma quel Frank Miller?

QT: Si, vedi ho coinvolto anche lui e Rodriguez nel progetto, stavano scrivendo l'ultimo colpo di scena prima del finale.

 

AC: Una piccola anticipazione?

QT: Naaaa

 

AC: Piccola piccola?

QT: Beh hai sentito un po'? Pensavano a un evento ancora più grande, tipo il passaggio di un meteorite, che mischia i piani dimesionali e trasforma una fazione nei 300 e l'altra in Terminator.

 

AC: Oh Quentin, ma quando gli vengono queste idee?

QT: In genere dopo il risotto al peyote a casa di Rodriguez.

 

AC: Non ti sembra un po' eccessivo?

QT: Dici? Tutta la storia dei due candidati, delle accuse, delle battaglie legali, dell'evento naturale? Forse hai ragione ... la parte dei 300 contro i Terminator però la terrei.

 

Dal tramonto (del primo turno) all'alba (del secondo)

Condividi post

Repost 0